Esito della risonanza magnetica del mio ginocchio

"Sensibili irregolarità di segnale a carico dei menischi, specie in corrispondenza dei corni posteriori, ampiamente destrutturati e fissurati.
Non riconoscibile l’abituale morfologia del crociato anteriore, forse per esiti lacerativi (utili valutazione clinica ed eventuale controllo a distanza).
Note diffuse di condropatia, con osteopatia sub-condrale a livello del condilo femorale ed emi-piatto tibiale esterni.
Discreto versamento endo-articolare, specie sul comparto esterno e in corrispondenza dei recessi sotto-quadricipitali."
 
Ma con tutte ste parole complicate non ho capito niente !!!!!!

Delusion*

Delusion*

Mi è scaduta una persona.

E la cosa è alquanto grave. Noto come averla idealizzata sia stata solo una mossa sbagliata in una ricerca continua di novità e brividi.
Il suo ritratto si è improvvisamente macchiato, sgualcito… O forse lo è sempre stato, ma ero troppo ispirato per accorgermene.
Stupido. Stupido che sono.
E’ stata come una pugnalata alla spalle, un tradimento, alla mia fiducia.
Mi sono bastate poche parole per capirlo, per rendermi conto del tempo perso.
Che schifo… Dio, che schifo.

Non dimenticherò, quello mai, ma mi allontanerò, quello di sicuro.

Discussione suBOL | Libri | Levy, Scott-Clark, Il mistero della sala d’ambra, Corbaccio – 2005

  Contenuto:
Nel 1717, quando l’ambra era un materiale più prezioso dell’oro, Federico Guglielmo di Prussia ne donò allo zar Pietro il Grande sei tonnellate. Fu Caterina la Grande a completare quella che è conosciuta come l’ottava meraviglia del mondo: un’intera sala di cinquantadue metri quadrati, ricoperta di pannelli d’ambra finemente lavorati. Per più di due secoli la sala rimase nel Palazzo di Caterina, simbolo della potenza imperiale russa, fino a quando, con l’invasione nazista dell’Unione Sovietica, Hitler ordinò di trafugarla. Ma quando l’esercito tedesco giunse a Leningrado i pannelli erano stati tolti dalle pareti e nascosti in un luogo segreto, per non ricomparire mai più. Oggi, a San Pietroburgo, è possibile visitare la Sala d’Ambra, riaperta al pubblico in occasione del tricentenario della fondazione della città: ma dell’ambra originale non sono rimasti che ventotto frammenti… Catherine Scott-Clark e Adrian Levy si sono messi sulle tracce di questo inestimabile tesoro perduto, una ricerca che li ha catapultati oltre i confini dell’Europa orientale, nel mondo violento e insidioso dello spionaggio e del controspionaggio, e negli archivi di San Pietroburgo e di Berlino dove, fra documenti, diari e lettere mai letti e mai classificati, hanno ricostruito con abilità e fiuto una vicenda lunga più di sessant’anni e non ancora conclusa…

BOL | Libri | Levy, Scott-Clark, Il mistero della sala d’ambra, Corbaccio – 2005

Discussione suBOL | Libri | Coelho, Il Diavolo e la Signorina Prym, Bompiani – 2000

 Contenuto:
Chi è il misterioso Straniero che un giorno arriva a turbare la tranquillità del piccolo paese di Viscos, duecentottantuno abitanti in prevalenza anziani? E perché la vecchia Berta lo vede camminare "insieme al Diavolo"? Quale terribile proposta, in grado di spingere gli abitanti di Viscos al delitto, lo Straniero porta con sé? E perché la giovane Chantal, unica depositaria del suo segreto, non riesce più a dormire e ha il terrore di raccontare la verità ai suoi concittadini? Il racconto di una sfida estrema tra il Bene e il Male, e insieme una parabola sulla sconvolgente forza che ciascun essere umano racchiude in sé: la capacità di scegliere, in ogni momento della vita, il percorso da intraprendere.

BOL | Libri | Coelho, Il Diavolo e la Signorina Prym, Bompiani – 2000